I falsi miti più diffusi sul pellet

Pellet e falsi miti: ecco alcune credenze, completamente erronee, che riguardano uno dei combustibili più adoperati dagli italiani

I falsi miti? Riguardano anche il pellet! Ecco le informazioni più diffuse e infondate su qualità e caratteristiche di uno dei biocombustibili più adoperati per le stufe.

Falsi miti: il pellet austriaco è il migliore

La qualità del pellet non dipende dalla sua provenienza. Più importante è, ad esempio, la certificazione o, comunque, le caratteristiche tecniche del prodotto. Pensiamo ad esempio al contenuto di ceneri, di umidità o la durabilità dei cilindretti. La certificazione EnPlus, che è quella che appartiene anche ai prodotti PelletPlus, assicura ad esempio la qualità lungo tutta la filiera, dal reperimento della materia prima, fino alla consegna al consumatore finale. In particolare, il pellet di classe A1, la classe di qualità più alta, è considerato il migliore, capace di garantire appunto una combustione sicura, pulita e calda.

Il pellet chiaro è migliore di quello scuro

Anche in questo caso, uno dei falsi miti più diffusi è che un pellet dal colore chiaro sia migliore di uno più scuro. Credenza errata, visto che il colore non è direttamente collegato alla qualità del prodotto. Ad esempio, un pellet di conifera sarà sicuramente più chiaro di uno di faggio, eppure entrambi sono considerati di qualità, pur mantenendo le loro peculiarità che dipendono dal tipo di legno adoperato. Più importante piuttosto è verificare la presenza o meno di corteccia e il processo di produzione.

Per produrre pellet si devastano intere foreste

Non è esattamente così. Il pellet è prodotto da scarti di lavorazione delle foreste. L’aumento della domanda di biomassa inoltre spinge il settore forestale a una migliore manutenzione e gestione del bosco. In Italia, ad esempio, ci sono milioni di ettari di foreste mal gestite, di cui solo il 24% viene prelevato annualmente.

Clicca qui se vuoi conoscere i prodotti PelletPlus, che rispettano l’ambiente e sono ricavati da legno rigorosamente vergine, scortecciato e con un bassissimo contenuto di ceneri e umidità!