Pellet, pallet e bancali: facciamo un po’ di chiarezza

Pallet, pellet, bancale o pancale? Qual è la terminologia giusta da usare quando parliamo di pellet? Scopriamolo insieme!

Pellet o pallet? Bancali o pancali? La confusione tra termini è una cosa molto comune e potrebbe generare malintesi. Vediamo allora di capirci qualcosa in più.

Partiamo dal termine più semplice.

Pellet

Ecco la definizione fornita dalla Treccani. “Nella tecnica, prodotto agglomerato a forma di granuli generalmente sferici (di solito di diametro fra 2 e 3 mm), ottenuto mediante pellettizzazione”. Il termine pellet, quindi, si riferisce al biocombustibile che adoperiamo nelle nostre stufe e caldaie, per riscaldare le abitazioni.

La specifica tecnica UNI CEN/TS 14588 definisce il pellet come “biocombustibile addensato generalmente in forma cilindrica, di lunghezza casuale tipicamente tra 5mm e 30mm, e con estremità rotte, prodotto da biomassa polverizzata con o senza additivi di pressatura”.

Pallet

Passiamo invece al secondo termine: pallet. Pallet, come specificato dal dizionario de Il Corriere, “indica la piattaforma di legno o di metallo sulla quale si impilano merci imballate; è di dimensioni unificate in modo da poter essere manovrata con carrelli elevatori”.

Si tratta dunque di una pedana utilizzata per l’appoggio di vari tipi di materiale, destinati a essere immagazzinati e movimentati con attrezzature specifiche e vari mezzi di trasporto. Secondo Wikipedia, l’idea dell’utilizzo del pallet in campo civile nasce durante la Seconda Guerra mondiale, quando i militari statunitensi si accorsero che appoggiare su piattaforme di legno le merci da trasportare in Europa rendeva l’operazione molto più semplice.

Bancali o pancali?

Cerchiamo di sciogliere adesso l’ultimo dubbio: è corretto dire bancali o pancali? Sarete felici di sapere che, se adoperate uno dei due termini, comunque riuscirete a farvi capire.

La definizione di “bancale” si riferisce a una “struttura portante (perlopiù in legno) di vari oggetti, attrezzi, che può essere movimentata dalle macchine”.

Ecco quella di “pancale” secondo la Treccani. “Lo stesso che bancale, ricco drappo con cui un tempo si coprivano le panche: cominciò a spazzar le camere e ordinarle e a far porre capoletti e pancali per le sale (Boccaccio)”. Ma allora è sbagliato usare il termine “pancale” riferito alla pedana completa di pellet? Diciamo che la parola viene in genere considerata un sinonimo di bancale e pallet, quindi non si può dire che sia proprio errato il suo utilizzo.

 

Riassumendo, se volete riferirvi al biocombustibile da acquistare, dovete riferirvi al pellet, che può essere comprato in pedane complete che sono chiamate pallet, bancali o, da alcuni, anche pancali.